Villafranca Sicula

 

murales-villafranca

Villafranca Sicula (C.A.P. 92020) dista 61 Km. da Agrigento, alla cui provincia appartiene, 131 Km. da Caltanissetta, 257 Km. da Catania, 172 Km. da Enna, 334 Km. da Messina, 98 Km. da Palermo, 197 Km. da Ragusa, 278 Km. da Siracusa, 133 Km. da Trapani.

Il comune conta 1.672 abitanti e ha una superficie di 1.768 ettari per una densita’ abitativa di 95 abitanti per chilometro quadrato.
Sorge in una zona collinare litoranea, posta a 326 metri sopra il livello del mare. Il municipio e’ sito in Corso Vitt. Emanuele, tel. 0925 550041 fax. 0925 550043.
Grazioso paese agricolo, Villafranca Sicula vanta una ricca produzione di uva, olive, frutta, grano, agrumi e mandorle tale da reggere l’economia cittadina.


Cenni Storici
Il paese fu chiamato Villafranca poiche’ esso non fu sottoposto ad imposte fiscali. Nel 1863 venne aggiunto l’appositivo “Sicula” per distinguerlo dagli altri sei comuni omonimi sparsi per tutta l’Italia. Il primo borgo venne fondato nel 1499 dal nobile Antonio Alliata su un territorio che era appartenuto al monastero di S. Giorgio di Triocala. Intorno al 1600 ne fu principe Francesco Alliata che ottenne la concessione di “mero e misto imperio” cioe’ il diritto assoluto di vita e di morte su tutti i cittadini. Il paese rimase a questa nobile famiglia sino al 1812 anno in cui acquisi’ l’autonomia.
Permanenze di impianto cinquecentesco si possono riconoscere nella parte bassa del paese, in prossimita’ del Corso Vittorio Emanuele, lungo il quale si erige la seicentesca Chiesa Madre dedicata alla Madonna del Mirto. Altre permanenze risalenti al Seicento si riconoscono nella parte alta, nei pressi di via Angelo Abisso. Spiccano fra gli altri monumenti la Chiesa di S. Giovanni del XVII secolo con una sola navata, la Chiesa del Carmine e la Chiesa di S. Giuseppe entrambe del XVI secolo.